A rischio di chiusura l'asilo nido comunale di Racale e aumento tassa riufiuti (TARSU) firma ora

A rischio di chiusura l'asilo nido comunale di Racale (LE) e aumento ingiustificato della tassa riufiuti (TARSU).

(in particolare riguardo alla chiusura dell'asilo riportiamo un articolo da Lecceprima.it del 15-03-2011)
RACALE – Dismettere un asilo nido comunale per ragioni di bilancio. Sarebbe questa l’intenzione dell’amministrazione di Racale, retta da Massimo Busarto, contro cui si leva la voce del movimento politico cittadino “Diversi per passione”. In una lettera indirizzata al primo cittadino, ai sindaci di Taviano, Salvatore D’Argento, di Melissano, Roberto Falconieri, di Alliste, Antonio Renna, e agli assessori regionali e provinciali, Elena Gentile e Filomena D’Antini Solero, i componenti del movimento chiedono di fermare l’ipotesi, pur comprendendo che la riduzione dei trasferimenti da parte del governo centrale abbia messo in ginocchio gli enti locali.

“Ci preme sottolineare – scrivono - che, nello specifico, la decisione nasce dal bisogno di ‘fare cassa’ per aggiustare un situazione di bilancio al limite del dissesto per responsabilità precisa di chi ha governato e governa la città. Riteniamo che la rinuncia ad un elemento forte di qualificazione sociale e culturale di una comunità non possa essere determinata dalle pratiche di malgoverno economico/finanziario delle amministrazioni”.

Secondo il movimento la chiusura di un asilo nido non appare mai e solo come una questione locale: “È sempre una sconfitta di tutti – affermano i firmatari della lettera (Barbara Anastasia, Danilo Coronese, Mauro Palamà, Antonio Palma, Giulio Palumbo, Alberto Reho, Federica Schirinzi, Salvatore Serra, Mario Spiri, Rocco Troisi) -, che segnala un arretramento sul piano dell’impianto civile e culturale, indipendentemente dalla collocazione territoriale del servizio soppresso”.

“Per questo – proseguono -, pur riconoscendo le prerogative della decisione in capo all’ente comunale, riteniamo giusto informare ogni livello istituzionale e comprensoriale sulla volontà del comune di vendere l’importante struttura senza aver verificato, negli anni, altre soluzioni che avrebbero consentito lo sviluppo della qualità del servizio e la riduzione dei costi”.

Per il movimento si poteva e doveva valutare la possibilità di ripartire i costi di gestione tra più enti, trasformando l’asilo nido comunale in struttura d’ambito o soltanto intercomunale e intercettare le risorse previste nella normativa regionale per il potenziamento dei servizi di prima infanzia; si poteva e doveva affrontare il problema per tempo, sensibilizzando gli enti limitrofi già in sede di “Unione dei Comuni”: “Invece – precisano -, per la continua necessità di cassa dell’ente, incapace di attivare adeguate misure finanziarie e che ha già venduto molti dei suoi beni patrimoniali, si decide di alienare il bene (l’ultimo) di maggiore valore economico, determinando un’entrata che darà respiro finanziario per qualche anno e una perdita civile e sociale senza prezzo”.
(martedì 15 marzo 2011)

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
26 / 1000

Firme Recenti

Informazioni

Anna TroisiDa:
Politica e GovernoIn:
Destinatario petizione:
Comune di Racale, on.Giorgio Napolitano (Presidente della Repubblica)

Sostenitori ufficiali della petizione:
"io amo racale"

Tags

"aumento tarsu", "chiusura asilo nido", "chiusura asilo", "io amo racale", "tarsu", asili, asilo, chiusura, fallimento, vendita

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets