Abolizione dei privilegi dei parlamentari Italiani firma ora

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

1) Statuto della petizione
2) Come fare
3) link utili

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

1) Statuto della petizione


« A quanto pare, questo mondo è un paradiso per pochi, un inferno per le tasche dei contribuenti italiani, stressati da quattro anni di crisi economica e da una Finanziaria lacrime e sangue che chiederà ulteriori sacrifici. Firma questa petizione se sei conscio che i parlamentari hanno superato il limite della tollerabilità; hanno abusato della propria posizione, raggirandone la fiducia dei cittadini per i loro interessi. Finte scorte, furti fasulli per ottenere rimborsi, minacce inesistenti per ottenere l'auto blu, viaggi gratis per amici e parenti, sconti giganteschi e stipendi elencati uno ad uno per mettere a nudo i privilegi della politica. Le informazioni denunciate dall'anonimo precario che si fa chiamare "Spider Truman" erano note. Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo nel loro libro "La Casta" avevano infatti scritto tutto già nel 2007. Adesso però - questione di pigrizia o memoria corta - tutti "cadono dal pero" e i politici fingono di correre ai ripari: un teatrino già visto.

Ecco cosa scrivevano i due giornalisti già quattro anni fa:
"Il ristorante deluxe a prezzi popolari e la barberia non sono che due dei privilegi di chi ha la fortuna di entrare in Parlamento. All'arrivo ti danno un elenco dei benefit cui hai diritto: dai viaggi gratuiti in business class sui voli Alitalia a quelli sui treni e traghetti, dai tassi favorevolissimi nella banca interna alla tessera Agis per andare gratis al cinema, dal Telepass gratuito a mille altre cose più o meno note (con 100 euro in più al mese, per esempio, si può estendere la generosissima mutua anche ai suoceri)". E ancora: "Da annotare i regalini. Come i computer portatili dati nella XIV legislatura a ogni deputato. Decisione sacrosanta e ineccepibile. Ma non nella sua coda: la scelta di consentire a ogni parlamentare di riscattare le macchine al prezzo simbolico di un euro. Offerta della quale approfittò subito il decano del collegio dei questori, Francesco Colucci, che di computer ne rastrellò 21".

Di questo tipo di notizie ne leggeremo molte, tutte "carte" magicamente estratte dal cilindro di questo fantomatico precario. Eppure - è sempre questione di memoria corta, cortissima - il libro di Stella e Rizzo aveva già scritto questo e ben altro: il passo appena citato è mezza pagina di un volume che ne conta quasi trecento. E proprio sui furti in Parlamento - tanto denunciati dall'anonimo autore e ripresi dai telegiornali - i cronisti del Corsera scrivevano:

"Perfino chi bacchetta da anni sui lussi che via via si sono concessi i nostri rappresentanti in Parlamento, ne scorda sempre uno nuovo. Per esempio il risarcimento dei furti. Sei un deputato e ti fregano il soprabito che avevi appoggiato all'attaccapanni? Mai paura: "Desideriamo segnalarti che in casi di danneggiamento o sottrazione di beni mobili o denaro avvenuti in locali della cui custodia la Camera sia responsabile" scrivono i questori ai deputati in una lettera del 7 febbraio 2007 "potrai comunque richiedere, previa denuncia, all'ispettorato di polizia, il risarcimento del danno subìto, a cui provvederà la compagnia assicuratrice". Immaginatevi la scena: "Scusate, mi hanno rubato un cappotto di cachemire da 1000 euro". "Prego onorevole, vada a comprarne un altro e ci porti lo scontrino". Va da sé che qualche furbino potrebbe avvertire la tentazione di rifarsi il guardaroba".


Questa raccolta firme non puo' avere un effettivo valore legale. Il referendum in Italia è normalmente riservato all'abrogazione di leggi ordinarie. Solo in caso di modifiche alla Costituzione può essere indetto un referendum costituzionale (Art. 138 Cost), di natura invece confermativa. In ambedue i casi il referendum appare orientato a proteggere l'ordinamento dello stato più che a stimolare l'innovazione legislativa. Nonostante l’impossibilità di istituire un Referendum propositivo, le vostre firme vogliono essere lo specchio di una nutrita feta della società Italiana, la cartina al tornasole dello scontento, di un popolo considerato dai propri governanti evidentemente troppo stupido per accorgersi di ciò che viene fatto a nome loro.

Indigniamoci, diciamo basta. »


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2) Come fare


Si tratta di quattro semplici passaggi:

* Firmate questa petizione. (IMPORTANTE: niente pseudonimi o molteplici firme dallo stesso utente. LA PETIZIONE HA SENSO SE A OGNI FIRMA CORRISPONDE UN CITTADINO ITALIANO.)

** Inviatela a tutte le persone interessate alla causa. Specificate in pochi punti l'importanza di questa petizione, ricalcado sul fatto che:

" Un parlamentare accompagna L’Espresso nei privilegi di Montecitorio. "Si lavora pochissimo, si comprano auto scontate e per viaggiare si sceglie sempre Alitalia, che è la più cara, tanto paga lo Stato e così si accumulano punti per portare la famiglia in vacanza". A quanto pare, questo mondo è un paradiso per pochi, un inferno per le tasche dei contribuenti Italiani, stressati da quattro anni di crisi economica e da una Finanziaria lacrime e sangue che chiederà ulteriori sacrifici. Questa petizione intende fornire un riscontro DA PRESENTARE ALLE AUTORITÀ' ISTITUZIONALI della crescente mancanza di legittimazione popolare concessa AL GOVERNO IN CARICA; ormai evidentemente estraneo agli interessi del POPOLO ITALIANO.

Perché questa petizione abbia effetto è necessario:

Raccogliere il maggior numero di firme possibili.
Raccogliere queste firme nel minor tempo possibile."

*** Se potete, rendete nota l'iniziativa anche attraverso altri mezzi che non siano internet, così come a persone che normalmente non usano internet. Se queste persone la pensano come noi firmatari, allora cercate di fare in modo che firmino anche loro. Grazie!

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

3) link utili


Sul sito Open Camera - I conti segreti della Camera dei Deputati resi "liberi" dei Radicali, troverete le informazioni citate dal libro di Rizzo e Stella, e ben altro.
http://servizi.radicalparty.org/freshinstall/cameraspese/tutte

« Risotto con rombo: 3,34 euro. Carpaccio di filetto: 2,76. Dolce: 1,74. Il tutto di servito da camerieri in livrea. E' il ristorante del Senato. Terza puntata delle confessioni all'Espresso del parlamentare Carlo Monai: dove non ci parla solo di cibo ma anche di mutui superagevolati, di terme e di massaggi shiatsu a spese del contribuente »
Ai seguenti link troverete la seconda e la terza puntata delle confessioni all'Espresso del parlamentare Carlo Monai : dove non ci parla solo di cibo ma anche di mutui superagevolati, di terme e di massaggi shiatsu a spese del contribuente. Inoltre l'onorevole ci racconta come si entra gratis allo stadio e a teatro, come non si pagano le multe per eccesso di velocità e come si può incassare il gettone di presenza anche se si resta a casa: basta dire che ci si trovava a un convegno.

1)
http://inchieste.repubblica.it/static/rep-locali/inchieste/includes/inchieste-nav.html?iframeUrl=http%3A%2F%2Fespresso.repubblica.it%2Fdettaglio%2Fpranzo-di-lusso-sette-euro%2F2156858&inchiesta=%2Fit%2Fespresso%2F2011%2F07%2F25%2Fnews%2Fi_privilegi_di_montecitorio-19583946%2F

2)
http://inchieste.repubblica.it/static/rep-locali/inchieste/includes/inchieste-nav.html?iframeUrl=http%3A%2F%2Fespresso.repubblica.it%2Fdettaglio%2Fcos%C3%AC-viviamo-a-scrocco%2F2156857&inchiesta=%2Fit%2Fespresso%2F2011%2F07%2F25%2Fnews%2Fi_privilegi_di_montecitorio-19583946%2F

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ciao e Grazie Mille !

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
346 / 500000

Firme Recenti

vedi tutte le firme

Informazioni

Emanuele MusaDa:
Politica e GovernoIn:
Destinatario petizione:
Autorità Istituzionali

Sostenitori ufficiali della petizione:
Gruppo Facebook sull'Abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari

Tags

abolizione, democrazia, governo, italia, italiano, montecitorio, parlamentari, privilegi

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets