ANDIAMOCI SOTTO firma ora

ISTANZA DEI CITTADINI
AI SENSI DELL'ART. 16 DELLO STATUTO
DEL COMUNE DI CASTELFRANCO EMILIA
- Con delibera di Giunta comunale n. 80 del 20/4/2010 è stata approvata una variante non sostanziale al progetto di coltivazione e sistemazione della cava “Rondine” del Polo 12 “California”.
- Relativamente all'area “San Giacomo” di cava Rondine il progetto prevede un recupero naturalistico con bosco, prato, percorsi pedonali, panchine e la realizzazione di un bosco-frutteto caratterizzato dall'impianto di alcune varietà antiche e autoctone di melo (“meleto”), accompagnate da altre rosacee da frutto e fiore.
- Negli intenti dell'Amministrazione l'area così recuperata dovrà poi avere, oltre ad una funzione didattica, una “funzione pubblica” (così espressamente, pubblicamente e ufficialmente dichiarato nel Consiglio Comunale del 6 maggio 2010) e sarà destinata ad una successiva fruizione ed uso pubblico.
- I lavori di recupero dell'area “San Giacomo” sono già in corso e devono essere terminati entro il 31/12/2010.
- L'area di cava Rondine “San Giacomo” è stata destinata in passato a discarica di tipo A e comunque è fatto notorio l’effettivo utilizzo di tale area come discarica.
- Risulta altresì che nell’area di cava “San Giacomo” sia stata raggiunta una profondità di scavo attorno ai 20 metri circa (anziché i 10 metri autorizzati dall'allora vigente pianificazione), come peraltro espressamente riconosciuto da un funzionario della Provincia di Modena (dott. Barelli) nella Commissione Consiliare n. 4 tenutasi in data 2/11/2009.
- Tale circostanza trova documentale conferma nella relazione tecnico illustrativa facente parte del progetto presentato dalla ditta cavatrice proprietaria dell'area (Granulati Donnini) per ottenere nell'anno 2005 l'autorizzazione agli scavi. In tale relazione si legge che nella cava “San Giacomo” si erano raggiunte grandi profondità di 16/18 metri.
- Considerando che nella zona dell'area di cava “San Giacomo” le falde hanno raggiunto livelli inferiori ai 14 metri dal piano di campagna, eventuali materiali indesiderati da anni potrebbero anche avere raggiunto le falde.
- Poiché l'area di tale cava “San Giacomo” così recuperata dovrà avere una funzione pubblica con pubblica uso e fruizione è interesse collettivo e diffuso conoscere se in tale area di cava sono stati effettuati i necessari e puntuali controlli per verificare se trattasi di area bonificata e senza rischi di inquinamento o altri pericoli per quanto possa eventualmente essere stato sotterrato nel sottosuolo e comunque in relazione all'avvenuto utilizzo della stessa come discarica.
- Ai sensi dell’art. 16, comma 1, dello Statuto del Comune di Castelfranco Emilia (approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 86 del 23/5/2000 e successive modificazioni) cittadini singoli o associati possono presentare al comune proposte, istanze, anche rivolte a promuovere assemblee pubbliche, domande di informazione, a tutela di interessi pubblici o di interessi diffusi o collettivi.
- I cittadini di seguito firmatari, utilizzando lo strumento di cui al sopraindicato articolo dello Statuto Comunale, sono pertanto a rivolgere al Comune di Castelfranco Emilia (MO) la seguente istanza:
si chiede se il Comune di Castelfranco Emilia abbia effettuato i doverosi, accurati e capillari controlli nel sottosuolo di cava “San Giacomo”, in corso di recupero, attraverso carotaggi quantomeno fino alla profondità di scavo (20 metri) che risulta essere stata raggiunta nella cava suddetta.
In caso di risposta positiva, si chiede di conoscere gli esiti di tali controlli , anche attraverso l’esibizione della relativa documentazione attestante i controlli stessi.
In caso di risposta negativa, si chiede che il Comune di Castelfranco Emilia provveda urgentemente a effettuare un controllo capillare e diffuso nell'area di cava “San Giacomo” attraverso carotaggi con sistema GPS che raggiungano quantomeno una profondità di 20 metri al fine di verificare, a tutela dell’interesse collettivo della cittadinanza che potrà usufruire di tale area,, la situazione nel sottosuolo della stessa.
Castelfranco Emilia, 17 settembre 2010

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
72 / 50000

Firme Recenti

  • 18 maggio 201272. Sostene Mannini
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201271. Sandra
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201270. Manetto
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201269. Silvia Andreetta
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201268. Michela Mutton
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 201267. Cecilio Caruana
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201266. Tarquinia Platone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201265. Celeste
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201264. Geronimo Gioanola
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201263. Ottone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201262. Monica
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201261. Narciso Andriuolo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201260. Virone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 201259. Alcina
    Sottoscrivo questa petizione
  • 14 novembre 201058. ROBERTO BONFIGLIUOLI
    Sottoscrivo questa petizione
  • 25 ottobre 201057. jarno santi (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 ottobre 201056. CAVATORE RUBBIANI (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 11 ottobre 201055. Nicola Broccoli
    Sottoscrivo questa petizione
  • 10 ottobre 201054. Elena Grandi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 10 ottobre 201053. massimo generali (non verificato)
    sottoscrivo questa petizione
  • 10 ottobre 201052. nadia lagazzi
    Sottoscrivo questa petizione
  • 07 ottobre 201051. stefano cristoni (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 ottobre 201050. dario palmieri
    Sottoscrivo questa petizione
  • 05 ottobre 201049. GIUSEPPE GUICCIARDI
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 ottobre 201048. MARIO DONNINI (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 ottobre 201047. valeria boni
    Sottoscrivo questa petizione
  • 02 ottobre 201046. Mario Resca
    Sottoscrivo questa petizione

vedi tutte le firme

Informazioni

NOalleCave comitato PiumazzeseDa:
Vita cittadinaIn:
Destinatario petizione:
comune

Sostenitori ufficiali della petizione:
Comitato Piumazzese No alle Cave

Tags

andiamoci sotto, castelfranco emilia, cave a piumazzo, il meleto, petizione piumazzese, piumazzo

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets