L’ITALIA RIPUDIA LA GUERRA, GLI ITALIANI RIPUDINO CHI VUOLE FARCELA FARE firma ora

Nel momento in cui ha condiviso la gravissima ed illegittima decisione del governo Berlusconi sull’utilizzazione di nostri aerei nella guerra di Libia, il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, è venuto meno di fatto al suo ruolo di garante della Costituzione. Essa, all’articolo 11 proclama solennemente: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.
Noi, cittadini di questa Repubblica, giudichiamo che l’entrata in guerra dell’Italia – andando ben oltre il già intollerabile appoggio logistico offerto supinamente agli attacchi aeronavali contro la Libia – prima da parte dei c.d. stati “Volenterosi” e poi della NATO – costituisca una violazione palese dell’art. 11 della Costituzione repubblicana. Risulta, peraltro, violato anche l’art. 87, laddove recita che il Presidente della Repubblica “...ha il comando delle Forze armate, presiede il Consiglio supremo di difesa costituito secondo la legge, dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere.”
Dichiarare – come ha fatto il Presidente Napolitano – che “l’ulteriore impegno (bombardare, ndr) costituisce il naturale sviluppo della scelta compiuta dall’Italia a metà marzo” non fa altro che legittimare un gravissimo ‘vulnus’ alla legittimità costituzionale che egli, in quanto Capo dello Stato, avrebbe il dovere di difendere.
Noi cittadini, pertanto, ci dissociamo da queste dichiarazioni e denunciamo con forza all’opinione pubblica l’imbarbarimento antidemocratico e guerrafondaio di una Repubblica che abbiamo da poco celebrato come democratica, fondata sulla sovranità popolare (art. 1) e profondamente contraria alla guerra come strumento di risoluzione dei conflitti internazionali (art. 11). Chi pensa di poter dichiarare illegittimamente che l’Italia è di fatto in guerra – in questa ed in altre circostanze – sappia che non sta facendo in nostro nome e che gli Italiani democratici e pacifici non accetteranno mai soluzioni che ripugnano alla loro coscienza e che contrastano con la Carta Costituzionale.

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
140 / 5000

Firme Recenti

  • 18 maggio 2012140. acifico Roux
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012139. Ermenegildo Chieffallo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012138. Pantaleo Correggia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012137. Alvise Carpico
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012136. Cinzia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 18 maggio 2012135. Palladio
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012134. Vidone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012133. Pasquale Tacchino
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 maggio 2012132. Taddeo
    Sottoscrivo questa petizione
  • 26 novembre 2011131. Fulvio Fiorentini
    Sottoscrivo questa petizione
  • 27 luglio 2011130. Simone Gliori
  • 29 giugno 2011129. Andrea Domenici (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 25 giugno 2011128. Alberto Oddone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 22 giugno 2011127. marco dionette (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 19 giugno 2011126. Adele Nardecchia
    Sottoscrivo questa petizione
  • 17 giugno 2011125. Massimo Trotta
    Fare guerra è coscienza primitiva
  • 12 giugno 2011124. Massimo Cimmino
    La repubblica è democratica solo a parole
  • 12 giugno 2011123. Maria Gesuè (non verificato)
    Anch'io ripudio la guerra!
  • 18 maggio 2011122. Marc Baker
    andare x questi mari (BUNGABUNGA) =SCONFITTA elettorale a Mi
  • 16 maggio 2011121. Alessia Romano (non verificato)
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 maggio 2011120. nicola lamonica
    Sottoscrivo questa petizione
  • 15 maggio 2011119. Diletta Smacco
    I bombardamenti continuano ma la Lega sta sempre nel governo
  • 08 maggio 2011118. Silvia Staffolani
    Sottoscrivo questa petizione
  • 07 maggio 2011117. Valentina Lupinacci
    Sottoscrivo questa petizione
  • 06 maggio 2011116. Alan Tigel
    • Sottoscrivo in segno di protesta contro la riforma Gelmini
  • 04 maggio 2011115. silvia sassone
    Sottoscrivo questa petizione
  • 04 maggio 2011114. Domenico Scarcello
    STOP alla guerra d'interesse

vedi tutte le firme

Informazioni

Tags

costituzione, guerra, libia, pace

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets