Oggetto: richiesta e verifica dei requisiti professionali di soggetti che aprono firma ora

Premessa: negli ultimi anni, si è evidenziato un incremento, nelle richieste e nelle aperture di saloni nei settori professionali, dell’Acconciatura e dell’Estetica, ed Affini in diverse Regioni, Province, Comuni, del territorio Italiano;
Servizi, che nella maggior parte dei casi non rispettano i parametri igienici sanitari e le normative vigenti previste per
L’apertura e la buona conduzione dei servizi stessi, creando il Caos in dette categorie produttive.

Ci teniamo a precisare che, questa Petizione non è un tentativo di discriminazione, tanto meno una manovra per creare unitile allarmismo; è soltanto il risultato di un’attenta e documentata analisi, dettata dai numerosi monitoraggi presso questi nuovi centri ormai ubicati ovunque, nonché a numerose riunioni con la presenza di professionisti dei settori indicati in oggetto che hanno richiesto un aiuto,un tentativo per evitare ciò che è che già accaduto per i settori (Abbigliamento-Ristorazione-Tessile e nel Terziario) dove, si è assistito con grande indifferenza e molto menefreghismo da parte delle istituzioni ad un graduale, lento decadimento delle categorie produttive (= LAVORO) e delle specifiche professionalità.

Tentativo d’infiltrazione nei settori Artigianali di larga produttività Nazionale, dove esiste poca possibilità di un accurato controllo, settori che hanno risentito in minor percentuale della crisi economica, settori che restano oggi,
ricco e funzionanti.

L’apertura di questi Servizi che nella maggior parte dei casi non rispettano i parametri igienico sanitari e le normative vigenti previste, non seguono le regole: esempio Orari: aprono e chiudono a loro piacimento, in alcuni casi arrivano a stare aperti fino le 24.00, ci chiediamo come mai…..poco chiare anche le qualifiche professionali, da dove arrivano ? come sono state acquisite ….?
Prezzi fuori mercato, troppo bassi, ci chiediamo ma (il loro personale costa forse meno ?!), cosi facendo creano
Concorrenza sleale nei settori produttivi artigianali, sfruttano il periodo socio economico attuale che ha costretto la clientela oppressa dalla crisi, con poco denaro da spendere, ad accettare a costi esageratamente bassi servizi non garantiti e poco professionali, (Caos Professionale); il problema più importante sono i prodotti che usano sulla gente; da dove arrivano? che sicurezza garantiscono?..dove sono le schede tecniche obbligatorie per legge, che garantiscano che i prodotti da loro usati siano ad uso professionale ?…sappiamo bene che spesso vengono sequestrati materiali, non conformi alle disposizioni Ministeriali in merito alla salute e la sicurezza pubblica, in diversi casi fanno portare i materiali necessari per le varie funzioni professionali, dagli stessi clienti, (cosa poco seria, che si potrebbe interpretare come sistema per sviare gli obblighi di legge), ancora CAOS ancora più CAOS….e per continuare Identità… riuscire ad identificare le varie persone fra di loro, sapere chi è il responsabile, sapere con chi parlare …praticamente impossibile.
In Italia la legge stabilisce che tutti i cittadini presenti sul suolo Italiano forniscano la loro identità, per legge il responsabile di un servizio pubblico, come nel caso dei settori professionali sopra descritti, ha l’obbligo di essere sempre presente.
Dobbiamo evitare che un sistema di sfruttamento esclusivamente commerciale, debba colpire anche il settore della bellezza e lentamente distruggere figure professionali degli Acconciatori ed Estetiste, professioni oggi rinomate in
tutto il Mondo.
A causa di queste problematiche;
Richiediamo alle autorità competenti Italiane di provvedere con urgenza,chiediamo un intervento immediato diretto e decisivo,a tutela delle categorie di tutti coloro che per anni studiando con impegno e sacrificio hanno ottenuto una regolare Qualifica Professionale e sempre con grande fatica e privazioni ,sono riusciti ad ottenere una loro propria Attività lavorativa diventando seri operatori del settore Acconciature e del settore Estetica.
Per i motivi sopraesposti, a seguito delle numerose lamentele arrivateci dai numerosi Professionisti dei settori che Rappresentiamo, e nel rispetto delle normative vigenti che regolamentano i suddetti settori, in virtù di una equità lavorativa, sia sotto il profilo Professionale sia quello Commerciale, Presentiamo PETIZIONE.


Seguono in allegato le firme di adesione .
Copia permessi Comunali
dei professionisti dei settori Acconciature-Estetica –
fotocopia documenti personali (Carta d’identità).

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login, altrimenti procedi alla registrazione e firma riempiendo i campi qua sotto.
Email e password saranno i tuoi dati account, potrai così firmare altre petizioni dopo aver eseguito il login.

Privacy nei motori di ricerca? Usa un soprannome:

Attenzione, l'email deve essere valida al fine di poter convalidare la tua firma, altrimenti verrà annullata.

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Bacheca

Chi ha firmato questa petizione ha visto anche queste campagne:

Firma La Petizione

Firma con Facebook
O

Se disponi già di un account esegui il login

Commento

Confermo la registrazione ed accetto Uso e limitazioni dei servizi

Confermo di aver preso visione della Privacy Policy

Acconsento al Trattamento dei dati personali

Obiettivo firme
14 / 10000

Firme Recenti

Informazioni

mauro gambaDa:
LavoroIn:
Destinatario petizione:
amministrazioni comunali

Sostenitori ufficiali della petizione:
Presentata da: A.E.C.E.A.FP.Associazione-Europea-Centri-Estetica-AccoIn collaborazione con Attivisti Rho Gruppo Cinque Stelle e Professionisti del Settore Acconciature,Estetica.Acconciature-Formazione Professionale.

Tags

Nessuna tag

Condividi

Invita amici dalla tua rubrica

Codici Per Incorporamento

URL diretto

URL per html

URL per forum senza titolo

URL per forum con titolo

Widgets